Banner
Casa > Conoscenza > Contenuto

Il consumo regolare di funghi aiuta a ridurre il rischio di cancro alla prostata

Oct 29, 2019

Un nuovo studio di coorte in Giappone ha scoperto che l'ingestione abituale di funghi può aiutare a prevenire il cancro alla prostata, specialmente negli uomini di mezza età e anziani. I ricercatori ritengono che questo sia il primo studio per indagare sul collegamento e il suo primo studio di coorte ha mostrato che i funghi hanno il potenziale per prevenire il cancro alla prostata a livello di popolazione e che i risultati sono stati pubblicati sull'International Journal of Cancer.

In questo studio, un totale di 3499 uomini non cancerosi di età compresa tra 40 e 79 anni sono stati seguiti per 13 anni. I partecipanti sono stati coinvolti in due studi di coorte in corso: Miyagi e Ohsaki (51760 in totale). Lo studio ha escluso i partecipanti a cui era stato diagnosticato un cancro prima del follow-up, quelli che erano morti e quelli che non avevano mangiato funghi. Utilizzare il questionario sulla frequenza degli alimenti per raccogliere dati sul consumo di funghi e altri alimenti e bevande (classificati come < 1, 1 a 2, 3 volte a settimana).

mushroom


Un totale di 1204 casi di cancro alla prostata sono stati trovati durante il follow-up. È stato segnalato che il consumo regolare di funghi (una o più volte alla settimana) è associato a un rischio significativamente più basso di cancro alla prostata (p 0,023) rispetto ai partecipanti che hanno mangiato funghi meno di una volta alla settimana. Il meccanismo con cui i funghi sono utili per il cancro alla prostata è incerto, ma i ricercatori hanno fornito alcune possibili risposte.

Questa correlazione negativa era particolarmente evidente nei soggetti di età superiore ai 50 anni e non c'erano differenze nelle fasi cliniche del cancro sull'assunzione di verdure, frutta, carne e latticini. Ciò significa che più funghi possono ridurre il rischio di persone che soffrono di cancro alla prostata, in particolare quelli che mangiano meno verdura e frutta, così come quelli che mangiano più carne e latte. Tuttavia, tra gli uomini di età inferiore ai 50 anni non esiste un'associazione significativa tra funghi commestibili e cancro alla prostata.

Ci sono ancora alcune carenze nello studio. Innanzitutto, l'assunzione di funghi è stata valutata solo una volta all'inizio della sperimentazione e l'assunzione di funghi è cambiata durante il successivo follow-up. In secondo luogo, in assenza di informazioni sulle specie di funghi, è difficile sapere quale fungo abbia contribuito allo studio. I ricercatori raccomandano ulteriori ricerche in altre popolazioni e ambienti per confermare la relazione.


Contattaci

Indirizzo: Room 810, Unit 1, Zhuque Seven-Star International Apartment, Zhuque Street, Yanta District, Xi'an, 710075

Tel: 0086-029-68750642 / 68750658

Fax: 0086-029-68750658

Email: info@nutragreenlife.com


Back