Banner
Casa > Conoscenza > Contenuto

Il consumo regolare di peperoni riduce il rischio cardiovascolare del 40%

Dec 31, 2019

Il consumo regolare di peperoncino ha contribuito a ridurre il rischio di morte cardiaca e cerebrovascolare, suggerisce un nuovo studio italiano. Poiché i peperoni rossi sono ricchi di sostanze fitochimiche con proprietà antiossidanti, i ricercatori raccomandano, il consumo regolare di peperoni rossi e l'adesione a una dieta mediterranea per migliorare la salute cardiovascolare.

chili


La professoressa Licia Lavoviello, direttrice del centro per EPIMED e medicina preventiva presso l'Università di Insuria in Italia, ha affermato che esisteva uno stretto legame tra i peperoncini e il rischio di morte per malattie cardiovascolari e la scoperta di una sorprendente riduzione del rischio complessivo di morte. Lo studio, condotto presso il centro di neurologia dell'IRCCS a Bozli, in Italia, ha esaminato 22811 cittadini della regione italiana della morise, che hanno monitorato la loro salute per circa otto anni e lo hanno confrontato con le abitudini alimentari e hanno riscontrato un rischio del 40% più basso di morire di malattie cardiache tra coloro che consumavano regolarmente peperoncino.

Due ricercatori nutrizionisti hanno commentato i risultati dello studio, sottolineando le sue carenze mentre ne sottolineavano il potenziale. Duane Mellor, dietista registrato e ricercatore senior presso la Aston Medical School, ha confermato che mentre lo studio suggerisce che i peperoni fanno parte del modello dietetico e dello stile di vita generale, non mostra un legame casuale tra il mangiarli e il rischio di malattie cardiache e ictus.

Un altro ricercatore di nutrizione, il Dr. Iran Johnson dell'Istituto di scienze biologiche Quadram, ha affermato il metodo affidabile dello studio e il numero di marcatori biochimici raccolti dai partecipanti, ma ha osservato che lo studio non ha trovato un meccanismo convincente per la protezione dei peperoncini . Una delle maggiori debolezze dello studio, sosteneva, era la mancanza di prove di un effetto dose-risposta, quindi era difficile credere che avrebbe avuto un ruolo protettivo a qualsiasi basso livello di consumo di pepe. Tuttavia, il Dr. Johnson sottolinea che questa incertezza si trova spesso nell'epidemiologia e che lo studio è ampiamente accettato dagli autori.


Contattaci

Indirizzo: Room 810, Unit 1, Zhuque Seven-Star International Apartment, Zhuque Street, Yanta District, Xi'an, 710075

Tel: 0086-029-68750642 / 68750658

Fax: 0086-029-68750658

Email: info@nutragreenlife.com


Back